• Przemysl (Poland) informal first aid center

    Ucraina, gli ultimi saranno sempre gli ultimi

    A causa delle circostanze della crisi1, il flusso in uscita dall’Ucraina presenta la peculiarità di essere composto soprattutto da donne, anziani e minori, persone fortemente a rischio di sfruttamento e tratta, nonché di subire ulteriori traumi e violenze, in particolare gender based. I rischi aumentano esponenzialmente nel momento in cui tali persone soffrono di disabilità psico-fisiche. Attualmente, sono circa 3 milioni e mezzo le persone che sono riuscite a uscire dall’Ucraina cercando salvezza in un altro paese, di cui un milione e mezzo minori. Se non esiste una stima precisa di quanti di loro siano affetti da disabilità, è ragionevole supporre che tale percentuale possa aggirarsi – almeno per quanto riguarda i minori…

  • Fondazione Albero della Vita – Affido e forme di accoglienza dei minori stranieri non accompagnati

    Toolkit coordinato da: Fondazione l’Albero della Vita Stefania Cannavò – FADV Project Design and Development Toolkit elaborato da: Andrea Panico – Esperto legale in migrazione dowload ITA -> http://epic-project.alberodellavita.org/wp-content/uploads/2021/10/TOOLKIT-EPIC_ITA_final.pdf download ENG -> http://epic-project.alberodellavita.org/wp-content/uploads/2021/10/TOOLKIT-EPIC_ENG_final.pdf download ESP -> http://epic-project.alberodellavita.org/wp-content/uploads/2021/10/TOOLKIT-EPIC_ESP_final.pdf download CZ -> http://epic-project.alberodellavita.org/wp-content/uploads/2021/10/TOOLKIT-EPIC_CZ_-final.pdf

  • Save the Children – Guardianship Advanced Instruments for Child Protection in Europe

      Nell’ambito del progetto G.A.IN “Guardianship Advanced INstruments for child protection in Europe”, coautore del transnational report relativo al sistema della tutela dei Minori Stranieri non Accompagnati (sistema legislativo e prassi adottate) nei 4 paesi europei Belgio, Grecia, Italia e Ungheria.   L’obiettivo del progetto, finanziato dalla Commissione Europea e che ha coinvolto 4 Paesi – Italia, Grecia, Ungheria e Belgio – aveva l’obiettivo di assicurare una migliore protezione e rispetto dei diritti dei minori stranieri non accompagnati, attraverso il rafforzamento del sistema di tutela.  

  • MaltingPot Europa – Dublino IV e la proposta della Commissione LIBE. Nuove ombre sulla tutela dei diritti dei minori stranieri non accompagnati

    Approfondimento sul testo di riforma del Regolamento Dublino, relativamente alla richiesta di protezione internazionale presentata da un MSNA     1. Competenza sulla domanda di protezione internazionale presentata da un MSNA che ha compiuto movimenti secondari e chiesto asilo in un Paese diverso da quello di primo arrivo; un problema che si protrae sin dal Regolamento Dublino II. Al pari dell’Art. 6 del precedente Regolamento 343/2003 c.d. Dublino II [1], l’Art. 8 del Regolamento 604/2013 c.d. Dublino III [2] – attualmente in vigore – prevede che, in mancanza di un familiare, lo Stato membro (SM) competente a giudicare la domanda di protezione internazionale di un MSNA sia quello in cui il minore ha…

  • L’accoglienza dei rifugiati in Turchia: un fallimento annunciato

    L’uomo è vittima di un ambiente che non tien conto della sua anima.(Charles Bukowski) Ci sarà, in una delle prossime generazioni, un metodo farmacologico per far amare alle persone la loro condizione di servi e quindi produrre dittature, come dire, senza lacrime; una sorta di campo di concentramento indolore per intere società in cui le persone saranno private di fatto delle loro libertà, ma ne saranno piuttosto felici, in quanto verranno sviati dalla volontà di ribellarsi per mezzo della propaganda o del lavaggio del cervello, o del lavaggio del cervello potenziato con metodi farmacologici. E questa sembra essere la rivoluzione finale.(George Orwell) 1. L’imbuto greco e la trappola turca Le…

  • L’accordo UE – Turchia: genesi, applicazione, criticità a due anni di distanza

    “Eppure nel suo viaggio Ulisse fu accolto, nutrito e lavato prima ancora che gli si chiedesse quale fosse il suo nome il paese in cui è nato”.Crifiu“Apriti cielo sulla frontiera, sulla rotta nera una vita intera. Apriti cielo per chi non ha bandiera, per chi non ha preghiera, per chi cammina dondolando nella sera”.Alessandro Mannarino   Ad oggi [1] la Turchia viene definita come il paese più accogliente del mondo: il primo [2] per numero di richiedenti protezione internazionale che sfiora i 4 milioni di persone [3], il terzo se si considera il rapporto tra il numero di accolti e la propria popolazione nazionale (1 su 23) [4].Considerate le ultime stime ufficiali fornite dal Turkish Directorate General…